fbpx

Lo swing italiano con Matteo Brancaleoni a Speciale Tg1

Domenica 8 gennaio alle 23,50 su Raiuno, Matteo Brancaleoni sarà fra gli artisti intervistati nello  Speciale TG1 “Eterno Swing”, dedicato al fenomeno della musica swing italiana. Con più illustri artisti ed esponenti dello swing italiano di oggi:

Renzo Arbore, Simona Molinari, Sergio Caputo,  Marcella Puppini.

La tradizione dello swing in Italia inizia prima della seconda guerra mondiale.

Personaggi come Gorni Kramer per esempio sono stati veri e propri precursori dello swing italiano.

Per molto tempo diventò un genere clandestino dove per suonarlo i brani dovevano essere camuffati con nomi italiani, che spesso si facevano beffa del regime fascista.

Brani come Maramao perché sei morto o Crapa Pelada per esempio.

Arrivato dall’America venne bandito dal fascismo come genere musicale degenerato.

Si ripercorrono le tappe salienti della storia dello swing italiano nel nostro Paese.

Si racconta la persecuzione nazi fascista, il fenomeno delle radio libere, l’integrazione razziale che ha rappresentato il genere.

E il ritorno in voga ai giorni nostri anche con le scuole di ballo swing che spopolano in tutta la penisola recentemente.

E anche in festival che in Italia sono dedicati esclusivamente a questo genere musicale.

Lo speciale vuole accendere un faro sulla parte più sana del divertimento, sui ragazzi che amano la musica più colta. Sulle grandi orchestre e delle big band.

Si parla dello swing italiano anche come di un modo per salvare un mestiere, quello degli orchestrali, che rischia di scomparire.

E infine si parla di merito, di chi la musica la studia davvero e ne fa una professione seria.

Insomma lo SWING affrontato a 360 gradi. Una panoramica di un mondo musicale attivissimo ma poco raccontato in televisione.

Di professionisti e artisti italiani apprezzatissimi all’estero e spesso un po’ in ombra qui da noi.

Lo speciale è firmato dalla giornalista Cinzia Fiorato.

Lo speciale potrà essere rivisto sia sul sito della del Tg1 http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/rubriche/ContentItem-9b79c397-b248-4c03-a297-68b4b666e0a5.html

Chi volesse può anche vederlo tramite il sito e la App per smartphone e tablet RaiPlay http://www.raiplay.it

 

Made In Italy esce su VINILE!

La classe non è acqua…è vinile!
Il nuovo disco in edizione vintage su vinile a 33 giri!

“You’ve Got or You Haven’t Got STYLE” cantava un celebre brano cantato da Frank Sinatra, “Lo STILE ce l’hai o non ce l’hai”. E per chi conosce Matteo Brancaleoni sa bene che per lui è sempre una questione di STILE. Ecco quindi uscire il suo ultimo disco “Made In Italy” in un’elegante e preziosa edizione su vinile a 33 giri. Per i classici non tramontano mai. “Made in Italy” (già 5000 copie fisiche vendute su CD, e arrivato primo nella classifica jazz di iTunes) raccoglie grandi canzoni italiane e vede come duetti straordinari e ospiti eccellenti con personaggi del calibro di Rosario Fiorello, Renzo Arbore, Fabrizio Bosso, Melita Toniolo. 12 grandi classici reinterpretati come Volare, Vorrei Che Fosse Amore, Love In Portofino, Senza Fine, L’Italiano in una nuova veste, unica e raffinata. Ad arricchire l’edizione su vinile, due BONUS TRACK. Un “must” da avere per ogni collezionista e per tutti coloro che vogliono dare un tocco di stile ai momenti trascorsi con gli amici in casa propria. Distribuito da Self edito da IRMA RECORDS, è disponibile in tutti i migliori negozi di dischi.

Made In Italy_vinile

retro

bustainterna1

Il video di Matteo in esclusiva su VANITY FAIR

Su Vanityfair.it il video del nuovo singolo del crooner italiano «benedetto» da Michael  Bublè, Fiorello e Renzo Arbore, con protagonista la showgirl Melita Toniolo

In anteprima su Vanity Fair. it il  nuovo singolo del crooner italiano Matteo Brancaleoni che anticipa l’uscita del suo nuovo album “Made In Italy” nel quale per la prima volta si cimenta con il repertorio della canzone italiana.

Il brano quasi dimenticato in Italia, fu presentato al Festival di Sanremo del 1968 da Elio Gandolfi in coppia con Shirley Bassey.
Diventato, in inglese, un successo internazionale ed una delle “signature songs” più amate dal pubblico della cantante britannica, da più di 40 anni Dame Bassey chiude i suoi concerti proprio con questo brano. Brancaleoni lo ripropone con un nuovo arrangiamento moderno e accattivante, impreziosito ancor più dall’elegante tromba del jazzista italiano di fama mondiale Fabrizio Bosso.

Il brano è un inno che invita a superare i momenti bui guardando avanti, lasciandosi alle spalle il passato e gli errori, ad essere se stessi per aprirsi all’amore e alla gioia della vita.

IL VIDEOCLIP

Il video, diretto da Luca Zerbini (già regista per Brancaleoni del videoclip di “Copacabana”) vede come protagonista la bellissima showgirl Melita Toniolo nelle vesti della diva degli anni ’50, un po’ musa ispiratrice all’Anita Ekberg.

Il video clip infatti è vuole essere una sorta di omaggio al cinema del grande Federico Fellini. In un susseguirsi suggestive immagini oniriche, di personaggi (ben 23 comparse), scorrono riferimenti iconografici legati alla storia del cinema italiano ed alle sue icone “pop”: dall’Alberto Sordi di “Un Americano a Roma” fino alla conclusione con una reinterpretazione attuale della scena dei baci degli anni ’40 e ’50 censurati di “Nuovo Cinema Paradiso” di Tornatore con quattro coppie di ragazzi italiani di oggi: una etero, una gay, una lesbica ed una mista.

Qui il video:


 

 

Matteo Brancaleoni live nelle Marche a Ferragosto

SHADA di Civitanova Marche, il cartellone ESTATE 2014 il venerdì dei big della musica da Patty Pravo ad Ornella Vanoni, da Peppino di Capri ai Ricchi e Poveri e per concludere Gino Paoli. Neanche il Festival di Sanremo aveva osato tanto!

Seconda stagione in riva al mare Adriatico sulla spiaggia di Civitanova Marche, nel cuore della regione Marche. Ancora una volta il venerdì diventerà un forte polo di attrazione per appuntamenti unici e grande valore artistico, rivolti ad una platea over trenta. “Due eventi internazionazionali di grosso impatto per partire” spiega Aldo Ascani, direttore artististico del prestigioso Shada Beach Club ” e a partire dal 13 giugno 2014 seconda edizione “Legati ad un granello di sabbia” con un cartellone di big della musica leggera italiana da antologia”. La partenza è stata affidata ad un’icona planetaria della tv mondiale Kelly Lang, la Brooke Logan Di Beautiful ed a seguire la settimana successiva 6 giugno con una delle voci più belle della musica pop degli anni passati, l’inglese Paul Young. Poi come detto dal 13 giugno una parata di stelle italiane di valore assoluto dalle regine Ornella Vanoni, Patty Pravo ed Anna Oxa al ritorno, praticamente esclusivo dei Ricchi e Poveri. E poi ancora leggende viventi come Peppino di Capri, Umberto Tozzi, Gino Paoli, Jerry Calà e la nota di Ferragosto l’italian swing band del crooner italiano per eccellenza Matteo Brancaleoni.

Info e Biglietti: SHADA BEACH CLUB

Matteo_Brancaleoni

“Sanremo Cafè” di Matteo Brancaleoni: un piccolo successo del Web

9072 minuti guardati, 8445 singole visualizzazioni in 4 giorni, più di 4 ore di filmati, 87 filmati.

Questi i numeri di “Sanremo Cafè”. L’esperimento è riuscito.

m_4671948c92 Matteo Brancaleoni dal Festival “apre” Sanremo Cafè sul Web

Il “Social Format” “Sanremo Cafè” pensato dal crooner Matteo Brancaleoni nell’inedita veste di inviato direttamente dalla Città dei Fiori è stato, come un chicco di caffè, un piccolo successo del Web.

Lanciato direttamente ed unicamente sul web, senza alcuna piattaforma mediatica di base, ma solo attraverso la condivisione e la visualizzazione dei singoli utenti ha decretato l’ottima riuscita dell’esperimento.

Amplificati e condivisi da centinaia di utenti sui loro profili, il tam tam di “Sanremo Cafè” è passato anche su Radio 103, Radio Grp, Radio Kiss Kiss, Radio TRS, SanremoNews, SanremoBlog, in TV su Raiuno ad Unomattina e sul quotidiano “La Stampa”. 

“Sanremo Cafè” è strutturato in brevi filmati, “chicchi di Festival (come i chicchi di caffè piccoli ma dal gusto intenso) catturati con uno smartphone, editate velocemente con un’applicazione per cellulari, ed immediatamente messo in rete su You Tube, poi Twitter e Facebook, (sull’account Twitter @mattbranca @VelvetMusicita e sul sito di VelvetMusic.it) come si fosse in diretta, con un pò di ritardo in differita.

Gli utenti hanno così seguito i protagonisti del festival, gli addetti ai lavori, i giornalisti, ora dopo ora, giorno dopo giorno, riuscendo a cogliere sfumature e chicche dell’evento POP musicale più importante per il nostro paese: il Festival di Sanremo.

Fra i filmati più curiosi, i giovani come i Blastema, Renzo Rubino, Andrea Nardinocchi ed Irene Ghiotto sfidarsi a Ruzzle, Albano Carrisi gridare con un megafono per le strade di Sanremo, Malika Ayane  duettare con Matteo Brancaleoni la sigla di Sanremo Cafè (Che cosa hai messo nel caffè di Riccardo del Turco ndr), Max Gazzè cantare la canzone “Due Gemelli” brano che introduce giornalmente l’EdicolaFiore di Fiorello & Co., Simona Molinari e Peter Cincotti cantare in Giapponese la celebre “Autumn Leaves”, Simone Cristicchi svelare che dopo Biagio Antonacci vorrebbe cantare come Nilla Pizzi, il Divino Otelma prevedere eventuali vittorie festivaliere, ma anche attente analisi di giornalisti come Marinella Venegoni, Marco Molendini, Luca Dondoni, Andrea Laffranchi, Gianmaurizio Foderaro, Fabrizio Basso, Dario Salvatori, Marco Mangiarotti, Massimo Bernardini. Il tutto “corretto” con filmati “on the road”, commenti e momenti raccolti dal pubblico per le strade ed incontri imprevisti con giovani artisti proveniente da XFactor (Cixi, Romina Falconi) o emergenti, o personaggi dello spettacolo come Massimo Giletti, Maurizio Di Maggio, Lorella Cuccarini, Gianmarco Tognazzi o musicisti quali Franco CerriFabrizio Bosso, Mauro Pagani o Enrico Cremonesi.

Insomma Matteo nel caffè c’ha messo un pò di tutto musica, polemiche, ironia ma soprattutto simpatia ed allegria.

Qui la Playlist dove potete rivedere tutti i filmati di Sanremo Cafè

Vi lasciamo con un breve filmato riassuntivo “Sanremo Cafè Story” che in due minuti racconta più o meno quello che abbiamo vissuto in questi giorni insieme, seguendo la 63esima edizione del Festival di Sanremo. I momenti più divertenti e simpatici.

Vi lasciamo con le parole con cui ci ha salutato il direttore musicale del Festival 2013, Mauro Pagani. “Amici di Sanremo Cafè, Buona Vita!”









L’articolo de “La Stampa” di Sabato 16 febbraio 2013

sanremocafe_lastampa

Matteo Brancaleoni dal Festival “apre” Sanremo Cafè sul Web

SanremoCafe_bar

Dal 12 al 16 febbraio il “crooner” Matteo Brancaleoni sarà a Sanremo settimana prossima per seguire come opinionista ed inviato la 63esima edizione del “Festival della Canzone Italiana”.

Potrete seguire Matteo tutti i giorni su Sanremo News, con la cronaca della serata precedente, ma anche direttamente dal vostro cellulare, su Twitter, YouTube e Facebook.

Matteo infatti sarà l’inviato un pò speciale, “barman” per l’occasione, di Velvet Music con un esperimento divertente e bizzarro che porta il nome di “Sanremo Cafè”.

Ideato da Matteo Brancaleoni, “Sanremo Cafè”, non è un vero “luogo”, ma uno spazio virtuale che racchiuda tutte quelle chicche (meglio Chicchi visto che parliamo di caffè) del Festival, che nei media tradizionali vengono persi. La musica, la battuta di un addetto ai lavori, i brevi momenti di relax tra una corsa e l’altra, interviste ai protagonisti, il “dietro le quinte”, ma anche il pensiero della gente comune, tutto ciò che difficilmente vediamo in TV. Tutto quello che spesso si condivide con amici e conoscenti al bar, insomma.

Matteo catturerà le giornate festivaliere rigorosamente con il suo smartphone, per poi condividerlo in tempo reale sulla rete, in una sorta di quasi diretta, con tre appuntamenti quotidiani: Sanremo Brunch, Dinner e Lounge.

Insomma tutti i giorni per voi l’altra cronaca del Festival, le voci, le curiosità, i suoni, i colori. Di giorno e di notte. A volte, improvvisando: da buon jazzista… Gustoso antipasto con due video di presentazione: il caso vuole che la nostra sigla sarà sicura protagonista sul palco dell’Ariston! Andate a scoprire il perché…

Caffè pagato, offriamo noi!

Qui non vince nessuno, non è un quiz. Altrimenti ci tocca pagarvi in chicchi di caffè, anziché in gettoni d’oro. Però vi tocca seguirci, accettare la nostra offerta! “Sanremo Cafè” è tutto questo e molto altro. Uno spazio dove le persone si incontrano, scambiano idee, sorridono, scherzano… Giusto il tempo di un caffè. A catturare i momenti più curiosi della kermesse ecco un inviato d’eccezione, il crooner Matteo Brancaleonila nostra sigla sarà sul palco del Teatro Ariston…

Riccardo Del Turco lanciò questo brano a Sanremo, sul finire degli anni ’60. Nel 2013 toccherà a Malika Ayane far rivivere quell’emozione quando, durante la serata del venerdì (Sanremo Story), interpreterà proprio “Cosa hai messo nel caffè” cantata da Matteo nel suo ultimo album “New Life”.

Il mondo parallelo di Matt Swing: a noi il barman, a voi il caffè! Le istantanee della settimana sanremese, tutto rigorosamente “catturato” tramite smartphone e lanciato subito in rete: almenotre appuntamenti quotidiani (Sanremo Brunch, Dinner e Lounge) per non perdere di vista l’altro Festival. Adesso sta a voi decidere: quanto zucchero…?

Qui gli indirizzi dove seguire gli appuntamenti di “Sanremo Cafè” . Su Twitter: @mattbranca  – @velvetmusicita  Su Facebook  Matteo Brancaleoni  – Velvet Music Italy – Su You Tube: Matteo Brancaleoni – Velvet Music Ita

Promo









Copacabana: Falling in love with Matteo Brancaleoni

Copacabana è il singolo che annuncia il nuovo album di Matteo Brancaleoni “New Life“, pubblicato su etichetta IRMA records il prossimo 16 ottobre.
Cobacabana è la cover del grande successo di Barry Manilow del 1978. Negli anni il brano è stato ricantato da decine di artisti,
da Mina a Liza Minnelli, da Amanda Lear a Shirley Bassey.
La rivisitazione dI Matteo Brancaleoni, parecchio differente dalla versione originale, è particolarmente accattivante grazie al’incalzante e frizzante groove latino.
Aver cantato Copacabana – racconta Matteo Brancaleoni – è merito del mio agente Renato D’Herin che lo vedeva adatto a me.
C’ha messo due anni a cercare di convincermi.
Non ero sicuro inizialmente…poi c’è stato l’incontro con Nerio Poggi che stese la prima bozza dell’arrangiamento:
era la strada giusta e mi piacque all’istante. E’ stato, poi, il primo brano del disco che abbiamo registrato
.”

Copacabana sarà accompagnato da un simpatico video in cui Matteo Brancaleoni si cimenta in svariati personaggi e ruoli
mettendo in mostra le sue doti espressive come un bravo crooner richiede.